Anteprima The Walking dead Our world

The Walking dead Our word, per quanto ho potuto provare in questi giorni è un gioco che va ad emulare quello che erano le meccaniche di Pokèmon Go.

infatti anche esso è un gioco che si basa sulla Geo localizzazione, sarà basato su Google Maps come metodo di tracciamento, e di conseguenza avrà molto spesso le mappe aggiornate.

A differenza di Pokemon Go questo nuovo titolo vuole fare della cooperazione il suo punto forte, perché essendo un gioco di zombie  saremo tutti superstiti.

Ad una prima occhiata il gioco sembrerebbe strutturato molto bene, con varie tipologie di missioni che per il momento sono di 3 tipi:

Salvataggio ovvero dovremmo salvare un superstite per portalo nei punti di interesse che possono essere rifugi, armerie e magazzini.

Combattimento ovvero dovremmo affrontare una singola orda di zombie.

Ed infine c’è l’invasione nella quale bisogna affrontare 3 orde differenti di zombie.

Per ogni missione che affronteremo e vinceremo avremmo delle ricompense che  vanno dai collezionabili, carte personaggio, armi, monete ed infine punti di interesse.

Un altra cosa che ho potuto notare in questo poco tempo è che i nemici non avranno un livello standard ma avranno vari livelli che vanno dal livello 2 al livello 10 o almeno quelli che ho notato adesso.

In oltre anche il nostro personaggio potrà salire di livello in base a quante missioni e a quanti superstiti si riescono a salvare e completare.

 

Come faccio a creare i punti di interesse?

Per creare i punti di interesse bisognerà  raggiungere 10 progetti dello stesso tipo, dopo averli raggiunti ci basterà cliccare sul nostro personaggio e selezionare lo zaino, dopo di che ci basterà cliccare sul edificio che vorremmo piazzare.

Tra le altre cose potremmo potenziare sia i nostri aiutanti che le nostre armi.

Anche qua per potenziarli ci basterà completare le missioni e poi cliccare su collezioni, ed infine selezionare la carta che ci interesse, e come ultimo passaggio ci basterà cliccare su potenzia.

Il difetto più grosso che ho notato in questo momento è il GPS che non è sempre stabile e le mappe che non riconoscono sempre tutte le strade, e di conseguenza ci troveremmo a camminare nel vuoto.

Per ora queste sono le cose che ho notato di questo gioco, e se siete interessati all’argomento non vi resta che aspettare la recensione completa che ci sarà a breve.

 

Lascia il tuo commento

avatar
  Iscriviti  
Notificami